Un drone contro gli squali: “Little Ripper Lifesaver”


Informatica Taranto

Un drone di risposta alle emergenze, infatti, un veicolo aereo senza equipaggio (UAV) è in fase di sperimentazione sulle spiagge piu famose del Nuovo Galles del Sud in Australia. Per i prossimi sei mesi, il drone, soprannominato “Little Ripper Lifesaver” (o Piccolo Salvavita Ripper), pattuglierà la costa trasferendo immagini alla centrale, e allertare bagnini e mezzi di soccorso sulla presenza di squali in acqua.

Un pilota, vedrà quello che vede il drone, con un’accuratezza di gran lunga superiore a quella umana, e in caso di pericolo, lancerà in acqua un piccolo “pacchetto” con un gonfiabile ed un deterrente elettromagnetico per gli squali, oltre a lanciare il messaggio di soccorso.

Il primo “Little Ripper Lifesaver” pattuglierà le coste, ma non si esclude che questo piccolo “salvavita” aiuterà anche nelle ricerche nella neve e nei boschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *